Varie volte nella vita mi sono ritrovato a pensare subito al passo successivo dopo il raggiungimento di un obiettivo.

Questo però mi ha sempre impedito di godere al meglio di un risultato importante. 

Penso che crescere significhi anche imparare a fermarsi e godere di qualcosa che prima aveva solo il sapore di un sogno.

Molti mi conoscono nelle vesti di musicista ma segretamente mi sono alimentato di passioni che fino ad oggi non ho ritenuto il caso di palesare.

Credo sia arrivato il momento di mostrarti anche altro e quindi voglio presentarti il frutto del mio ultimo lavoro.

È uscito Darsana, il mio primo romanzo.

Darsana, una piattaforma capace di trasferire emozioni, ricordi e pensieri su un supporto elettronico, è la rampa di lancio per Lorenzo, un fisico specializzato in neuroscienze.

Lorenzo è ora convinto di poter trasferire un’intera coscienza all’interno della sua macchina: l’idea dell’intelligenza potenziata, precisa e veloce come un calcolatore, infallibile e immortale, svincolata dai limiti del corpo e dell’esistenza biologica, è a portata di mano quando con Zachary, affetto da sclerosi laterale amiotrofica, il progetto tanto osteggiato per i gravi rischi etici, burocratici e legali ha successo.

La prima coscienza a sopravvivere alla morte biologica dà fiato a un thriller fantascientifico aperto a riflessioni sulla spersonalizzazione della coscienza umana di fronte al progresso tecnologico e alle empie derive del liberismo digitale.

Lascia la tua e-mail, ti invierò il link per leggere le altre pagine del primo capitolo e dei successivi

* Confermo di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati e dei termini e condizioni.

SE INVECE VUOI COMPRARE SUBITO LA TUA COPIA PUOI FARLO DA QUESTI LINK